Categoria: Comunicazioni

MONDOLFO – PILLOLE & PELLICOLE: il NUOVO FORMAT da seguire sui SOCIAL dell’ASSESSORATO allaCULTURA

Prosegue l’impegno  del Comune di Mondolfo, assessorato alla Cultura, di proporre iniziative da condividere e seguire sui canali social nell’intento di coinvolgere i cittadini  nella programmazione culturale con  nuove ed esclusive esperienze conoscitive nonostante il periodo di emergenza. 

Da Venerdì 10 Aprile p.v. partirà  “Mondolfo… Pillole & Pellicole”

Il format scelto dall’assessorato alla Cultura  prevede – come ha detto  il  consigliere con delega alla Cultura, Enrico Sora, - due appuntamenti settimanali,  martedì e  venerdì,  sui canali social dedicati dove, attraverso immagini d’epoca, sarà possibile viaggiare nel tempo e scoprire aneddoti e curiosità sulla storia del nostro territorio”  Un’iniziativa possibile visto che la  Biblioteca Comunale “Bernardino Genga” oltre al suo grande patrimonio bibliografico, circa 15.000 volumi, conserva una importante raccolta di foto, soprattutto d’epoca. Un imponente ed importante archivio fotografico, reso possibile grazie alle riproduzioni che la Pro Loco Mondolfo ha donato  al Comune, a seguito di una grande mostra tenutasi nell’agosto del 1978. Grazie al progetto “DigitaMondolfo”, realizzato nel 2010 con il concorso della Provincia di Pesaro e Urbino, le 152 stampe fotografiche sono state così digitalizzate per consentirne una migliore conservazione.

"L'intento è rendere fruibile l’importante patrimonio con ad altre rare testimonianze originali, creando un appuntamento diretto con la Biblioteca Comunale, per far scoprire a tutti i cittadini come era il territorio del Comune di Mondolfo ed apprezzarne gli aspetti storici, paesaggistici e di costume”.

All'interno della  Biblioteca Comunale si conservano  sei pubblicazioni che negli ultimi anni le associazioni locali, Archeoclub Mondolfo e Circolo Culturale Marotta, hanno realizzato con la collaborazione dei cittadini, per raccogliere immagini storiche di Mondolfo e Marotta. I titoli delle raccolte che potranno essere visionate collegandosi ai canali social del Comune di Mondolfo sono :
  • Saluti da Mondolfo, immagini e cartoline d’altri tempi, Archeoclub Mondolfo, 2009
  • Saluti da Marotta, immagini in cartoline postali, Circolo Culturale Marotta, 2009
  • Marotta. Appunti di storie e di cronaca, Circolo Culturale Marotta 2008
  • Le care vecchie foto di Mondolfo Marotta, I, Archeoclub Mondolfo, 2015
  • Il volto di Marotta. Le foto un tuffo nella storia, Circolo Culturale Marotta, 2016
  • Le care vecchie foto di Mondolfo Marotta, II, Archeoclub Mondolfo, 2018

 
         

Cinquecentenario morte Raffaello: dichiarazione del presidente Luca Cerisicoli

Il 6 aprile è giorno in cui nacque e morì Raffaello, "il marchigiano - afferma il presidente Luca Ceriscioli - che più di ogni altro è patrimonio nostro e del mondo intero. Oggi è l’anniversario dei 500 anni dalla sua morte: un momento che attendevamo da tempo e per il quale ci eravamo a lungo preparati, organizzando una grande celebrazione, plurale e diffusa, attraverso mostre, eventi speciali, incontri, iniziative all’insegna di quella bellezza che Raffaello ha incarnato nel corso della sua breve e intensa vita artistica. Un lungo momento di gioia e tanto lavoro che l’emergenza sanitaria per l’epidemia di Covid-19 ci costringe a vivere sottotono, pressati da ben altre vitali attività e preoccupazioni. Un appuntamento che è solo rinviato, a tempi migliori".

Mascherine – CNA di Pesaro e Urbino organizza centro d’acquisto per imprese.

Le mascherine un dispositivo di protezione individuale al quale dovremmo abituarci. Purtroppo la scarsa reperibilità ha creato in questi giorni di emergenza non poche speculazioni, inspiegabili embarghi, problemi con le spedizioni e difficoltà d’ogni genere.

La CNA di Pesaro e Urbino - tra le prime a segnalare difficoltà anche in ordine alla certificazione per quelle aziende che hanno deciso di riconvertire la produzione - ha ora organizzato un centro di acquisto per le aziende associate.

Attraverso Master Quality - la società specializzata in sicurezza del lavoro dell’associazione - CNA offre ai propri associati la possibilità di poter acquistare le mascherine di protezione.

Attraverso una rete di imprese associate a CNA che hanno riconvertito la produzione, siamo in grado di fornire dispositivi a chi ne farà richiesta garantendo tempi di consegna (che comunque dipendono anche dal quantitativo), non superiori alla settimana.

San Costanzo On Air è una iniziativa social promossa dall’Amministrazione Comunale per condividere e promuovere competenze, conoscenze, passioni ed attività per l’intrattenimento della cittadinanza durante il periodo in cui sono in vigore le disposizione per il contenimento del contagio da coronavirus.

Un ricco cartellone, con appuntamenti quotidiani live realizzati dai partecipanti all'iniziativa utilizzando piattaforme social oppure in video conferenza online sabato 04/04 alle ore 15 1°appuntamento con Gianluca Gabanini cuoco per passione, autore di diverse rubriche che ci presenterà’ la sua cucina creativa. Alcuni consigli utili per creare piatti interessanti e divertenti.

Il presidente Ceriscioli: No alle passeggiate. Richiesta al Governo di sospendere la circolare.

"No alle passeggiate. Non possiamo permetterci di allentare i provvedimenti presi perché sarebbe sbagliato: passerebbe il messaggio che si può abbassare la guardia e invece non è ancora il momento di farlo". E' la posizione del presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli a proposito della circolare del Ministero dell’Interno che autorizza le passeggiate genitore-figlio minore nei pressi della propria abitazione.

"Un provvedimento - aggiunge Ceriscioli - assunto dal Governo senza essere stato condiviso con i presidenti.

La mia richiesta è di sospendere la circolare e di tornare velocemente a un tavolo di condivisione, facendo esattamente quello che il Governo aveva chiesto alle Regioni all'inizio dell'emergenza. "  

MONDOLFO : “Un gesto doveroso – ha detto il Sindaco –  in questo momento difficile per la nostra comunità, un modo per sentirci uniti, per ricordare tutte le persone che sono decedute e dare forza a coloro che stanno combattendo questa battaglia”.

Dallo scoro  Lunedì sera l’Amministrazione comunale ha deciso di illuminare il Palazzo municipale con i colori della Bandiera Italiana. Un’immagine suggestiva per trasmettere alla cittadinanza un segno di speranza.

Nella mattina di oggi 31 Marzo alle ore 12  anche a Mondolfo bandiere a mezz’asta ed un minuto di silenzio in segno di cordoglio per le vittime del Coronavirus, il sindaco Nicola Barbieri si è recato al  Monumento ai Caduti dove ha osservato un minuto di silenzio.  

Domani Martedì 31 marzo, alle ore 12, bandiere a mezz’asta e minuto di silenzio osservato dai sindaci davanti ai municipi in tutti i Comuni italiani, in segno di lutto. Anche New RADIO STAR Marotta partecipa programmando Fratello Sole e Sorella Luna di Claudio Baglioni e Riz Ortolani come messaggio di speranza.

Si tratta di un invito rivolto a tutte le province italiane dal sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Riccardo Fraccaro, contenuto in una circolare da lui firmata: un omaggio a tutte le vittime del Coronavirus, proposto proprio nel periodo del picco dell’epidemia. Stretti al dolore dei familiari e simboleggiando la partecipazione nazionale al cordoglio delle zone più colpite, tutti i sindaci, con indosso la fascia tricolore, fermeranno per un minuto la loro attività. Tanti sono stati, in questa tragedia mondiale, i morti “in silenzio“, senza funerale e senza la vicinanza dei propri familiari, ma nella solitudine che la quarantena impone: la cerimonia, a distanza nel rispetto delle regole ministeriali di contenimento del contagio da Covid-19. Iniziativa proposta dal presidente della Provincia di Bergamo e sindaco di Calcinate, Gianfranco Gafforelli, e rilanciata dal presidente dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci) Antonio De Caro.

L'appello a raccogliere l'iniziativa promossa da Anci Nazionale  anche nelle Marche e Maurizio Mangialardi, presidente di Anci Marche, ha rilanciato l'invito a  tutti i sindaci della Regione.

     

Informazioni fuorvianti e pericolose da una trasmissione della D’Urso. LNDC ricorda che gli animali non trasmettono il virus e sconsiglia vivamente di usare la candeggina per pulire le zampe, ma piuttosto di preferire prodotti ad uso umano a base alcolica con una salvietta.

In un’intervista trasmessa in streaming a Barbara D’Urso, il veterinario Enrico Zibellini ha affermato che – dopo aver fatto la passeggiata con il proprio cane – è possibile pulire le zampe dell’animale con clorexidina diluita o addirittura candeggina diluita, al fine di evitare che il nostro amico riporti in casa il coronavirus che sta affliggendo in questo momento il Paese.Sono certo che il collega era in buona fede quando ha fatto questa dichiarazione ma è mio preciso dovere fare una rettifica”, spiega Luca Lombardini – Veterinario e Vice-Presidente Nazionale LNDC Animal Protection. “La candeggina può essere molto pericolosa per i nostri amici animali e quindi, non conoscendo bene le proporzioni di diluizione, è assolutamente da evitare. Quello che invece possiamo fare, se proprio pensiamo sia necessario, è pulire i polpastrelli delicatamente con una salvietta utilizzando i prodotti a base alcolica preparati anche per noi umani, come ad esempio l’Amuchina.” “È davvero sconcertante sentire delle informazioni così poco corrette arrivare da una trasmissione che ha così tanto seguito”, afferma Piera Rosati – Presidente Nazionale LNDC Animal Protection. “Voglio comunque ricordare che i nostri animali domestici non sono fonte di contagio e che è molto improbabile che il cane riporti a casa il virus dalla strada e pulire le zampe è una misura da prendere solo se si vuole essere eccessivamente zelanti. In ogni caso però vanno evitati prodotti che possono causare danni ai polpastrelli o danni peggiori nel caso in cui l’animale si lecchi e li ingerisca”.

Covid-19, al via il programma regionale di sostegno alla popolazione anziana promosso dall’Area Vasta 1 e dalle organizzazioni sindacali Cgil Cisl Uil dei pensionati

Si chiama “Resto a casa, insieme restiamo”, il programma regionale di sostegno alla popolazione anziana marchigiana, nella fase di emergenza Coronavirus, avviato dall’Area Vasta 1 dell’Asur e dalle organizzazioni sindacali SPI Cgil, FNP Cisl e UILP Uil. Destinatari sono gli anziani ultrasessantacinquenni. Lo scopo è quello di prevenire ansia, depressioni e paure da isolamento sociale, promuovere sani stili di vita idonei nella fase epidemica, prevenire la divulgazione di false notizie (fake news) con il ricorso a una comunicazione scientifica e divulgata da fonti ufficiali. Gli obiettivi verranno raggiunti attraverso la capillare presenza territoriale delle organizzazioni sindacali che raggiungerà la popolazione interessata con messaggistica video e audio. Al fine di coinvolgere anche gli anziani senza smart-phone, che non possono usufruire delle chat istantanee, le organizzazioni sindacali sosterranno l’acquisto di uno spazio televisivo nelle reti televisive marchigiane. A orari prestabiliti verranno trasmessi i video sugli stili di vita sani e i documenti utili inviati anche tramite le chat. La collaborazione tra il Servizio di Promozione Salute del Dipartimento di prevenzione dell’ASUR AV1 - con funzione di coordinamento - e le tre organizzazioni sindacali è resa possibile grazie a quanto già realizzato nell’ambito delle azioni di promozione delle vaccinazioni influenzali, screening oncologici prevenzione degli incidenti domestici, previste del Piano regionale della prevenzione 2014/2019, nonché del Protocollo d’Intesa  tra Regione Marche e SPI Cgil, FNP Cisl, UILP Uil  per la Promozione della Salute nella comunità e il sostegno alle strategie di Prevenzione.