Anno: 2022

IL COMUNE DI MONDOLFO aderisce all’iniziativa dell’ANCI contro il caro bollette Giovedì 10 Febbraio 2022 alle ore 20, le luci del Palazzo comunale resteranno spente

“Il Comune di Mondolfo - ha dichiarato il Sindaco Nicola Barbieri - aderisce all’iniziativa dell’Anci contro il caro-bollette spegnendo le luci del Palazzo comunale. 

Un gesto simbolico per rappresentare le difficoltà e le preoccupazioni che questi aumenti stanno generando nelle famiglie, nelle imprese e nei Comuni di tutta Italia.

Un aggravio anche per gli Enti locali che rende difficile salvaguardare gli equilibri di bilancio e garantire nel contempo i servizi essenziali ai cittadini.

Serve un sostegno concreto e urgente da parte del Governo centrale - ha concluso il Sindaco - per risolvere questa pesante situazione.”

Da Lunedì le Marche entrano di nuovo in zona arancione

Ad affermarlo è il presidente della Regione Francesco Acquaroli che lo ha annunciato direttamente dal suo profilo Facebook.

In zona ARANCIONE serve il super green pass (e non in zona gialla) per le seguenti attività/luoghi/eventi: skipass, centri commerciali nei festivi e prefestivi, ristorante (anche albergo) anche all'aperto, piscine, spogliatoi, palestre e sport di contatto al chiuso e aperto, feste dopo cerimonie, centri culturali, centri sociali e centri ricreativi all'aperto.

In zona arancione per gli spostamenti con un mezzo proprio dal comune di residenza verso altri comuni o fuori regione/provincia autonoma serve il green pass base oppure sono richiesti motivi di lavoro, necessità, salute, oppure, ancora, sono ammessi spostamenti per servizi non sospesi, ma non disponibili nel proprio comune.

In zona gialla invece non c'è alcun limite per gli spostamenti in territorio regionale.

Il super green pass serve anche per molte altre attività, ma sono le stesse regole che valgono ormai in tutta Italia, in zona bianca, gialla e arancione, quindi non ci sono differenze. In zona arancione, almeno per i vaccinati, non ci sono di fatto restrizioni impattanti.

MAROTTA – Riprendono i lavori di ripristino strutturale del ” Sottopasso delle Rane “

Mancano ormai pochi giorni all’inizio dei lavori di ripristino strutturale del “sottopasso delle rane”, resi necessari a seguito di un incidente stradale avvenuto lo scorso anno.

Il sinistro, causato dall’urto del tetto di un veicolo adibito al trasporto della merce, provocò una lesione a una trave di sostegno del ponte. Dopo diverse verifiche e sopralluoghi, dal 3 febbraio partirà l’allestimento del cantiere e nei giorni successivi la conseguente modifica della viabilità per l’intervento di sistemazione della struttura. L’operazione comporterà la chiusura per almeno quaranta giorni del sottopasso e della strada adiacente.

L’Assessore alla viabilità Raffaele Tinti ha spiegato che: “I lavori necessari al ripristino del sottopasso causeranno la chiusura sia in entrata che in uscita dalla Nazionale delle rampe e dell’adiacente via Damiano Chiesa che porta verso Piazza dell’Unificazione. Questa ristrutturazione provocherà disagi temporanei ai cittadini, ma si tratta di un intervento indispensabile per la messa in sicurezza della struttura, soprattutto in vista dell’arrivo della stagione estiva durante la quale il transito aumenta notevolmente,  previsto anche interventi di rifacimento della segnaletica orizzontale e di strumenti dissuasori per la velocità dei mezzi”.

Sarà comunque possibile accedere dalla zona nord di Marotta utilizzando il vicino sottopassaggio di Pontesasso. Le autovetture potranno poi raggiungere il lungomare Faà di Bruno visto che sarà consentito temporaneamente il doppio senso fino al Piazzale Ricci. Inoltre, sarà consentito il doppio senso di marcia su Via Damiano Chiesa per un tratto di circa 150 metri, da Piazzale Ricci fino al sottopasso delle rane, al fine di permettere ai residenti di raggiungere le proprie abitazioni.

 

MONDOLFO È ANCORA UNA VOLTA COMUNE CICLABILE Il Comune di Mondolfo ha ottenuto per il quarto anno consecutivo l’ambito riconoscimento FIAB.

Lo scorso 28 Gennaio si è tenuta online, a causa delle restrizioni imposte per l’emergenza sanitaria, la Cerimonia dei Comuni Ciclabili, organizzata dalla Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta. Nell’occasione il Comune di Mondolfo ha ricevuto, seppur in modo ‘virtuale’, la bandiera gialla Fiab-Comuni Ciclabili 2022, riconfermando per il quarto anno consecutivo il prestigioso vessillo di Comune Ciclabile. Per Mondolfo e Marotta questo è un importante riconoscimento, dovuto ai numerosi interventi nel segno della mobilità sostenibile e di promozione di eventi rivolti alle politiche bike-friendly. Sono diverse le infrastrutture ciclopedonali realizzate in questi anni, come la Ciclovia Adriatica, il percorso ciclopedonale Centocroci - San Sebastiano, la pista ciclopedonale “Mondolfo Airfield” e il completamento del percorso Via Buozzi - Via Salvemini. Per il 2022 sono in cantiere il percorso ciclopedonale Centocroci - San Gervasio e il collegamento di via XXV Aprile/Via 1 Maggio con Via della Luna.

MONDOLFO celebra la GIORNATA DELLA MEMORIA – Riparte il concorso “Dalla Memoria al Ricordo” dedicato alle scuole del territorio

L'Amministrazione comunale di Mondolfo, compatibilmente con le limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria, celebra la “Giornata della Memoria” con una significativa iniziativa che coinvolge gli istituti comprensivi del territorio “Enrico Fermi” di Mondolfo e “Faà di Bruno” di Marotta.

Nella ricorrenza, del 27 gennaio di ogni anno per commemorare le vittime dell'Olocausto, riparte il concorso denominato “Dalla Memoria al Ricordo” dedicato alle terze medie dei due Istituti scolastici.

Potranno essere presentati,individualmente o in piccoli gruppi, elaborati scritti e opere grafiche senza particolari limitazioni, in modo da permettere ai giovani alunni di esprimere appieno la loro creatività.

Tra i lavori elaborati anche per questa edizione, verranno selezionati i tre più belli e significativi.

La premiazione dei primi tre classificati è prevista per il prossimo 25 aprile, Festa della Liberazione, occasione in cui l’Amministrazione donerà dei libri ai vincitori.

“Desideriamo continuare a sottolineare” - spiegano l’Assessore alla Scuola e Politiche Educative Alice Andreoni e Agnese Fuligni, consigliere con deleghe alle politiche giovanili e al consiglio dei bambini –“come facciamo da alcuni anni, questa importante giornata che pone l’attenzione su un fatto drammatico della nostra storia di un passato in fondo non così lontano. La memoria è ricchezza e ci permette, attraverso il ricordo, di interessarci ad una storia, di conoscerla, di riflettere, di fare delle considerazioni per condurci a scelte di rispetto e libertà”.

Tornano il 22 e 23 gennaio gli open day del fine settimana, rivolti a cittadini over 18, per la somministrazione del vaccino anti-Covid nelle cinque aree vaste delle Marche.

Lo fa sapere la Regione in merito alle iniziative organizzate nell'ambito della campagna vaccinale in corso per "immunizzare entro gennaio gran parte della popolazione marchigiana". Sabato 22 gennaio open day a Urbino, Pesaro, Senigallia, Camerino, Montegranaro e Ripatransone; Domenica 23 gennaio a Fano e Civitanova Marche

Bando Servizio Civile, più di 2000 posti nelle Marche per giovani operatori volontari in 160 progetti Le domande scadono il 26 gennaio . Avvio previsto nella primavera in oltre 600 sedi operative

Protezione dell’ambiente, agricoltura,  promozione culturale e conservazione del patrimonio storico, promozione dei diritti, promozione della pratica sportiva, politiche sociali, protezione civile.  Sono tra i principali obiettivi dei 160 progetti che vedranno l’avvio nella primavera 2022 e distribuiti in oltre 600 sedi operative nelle Marche. Sono stati proposti da tantissime associazioni marchigiane che hanno aderito al bando del Servizio Civile Universale rivolto a giovani operatori volontari: più di 2000 i posti a cui concorrere nelle Marche e le domande scadranno tra pochi giorni, il prossimo 26 gennaio alle ore 14.00. Tutte le indicazioni ed i requisiti di partecipazione sono riportati nel bando pubblicato sul sito regionale www.serviziocivile.marche.it e sul sito governativo https://scelgoilserviziocivile.it .Tutti i progetti hanno una durata di 12 mesi a fronte di un assegno mensile di 444 euro e prevedono al loro interno un percorso formativo.Sono previste, in alcuni progetti, riserve di posti per giovani con minori opportunità (disabilità, bassa scolarizzazione, difficoltà economiche, care leavers e giovani con temporanea fragilità personale e sociale). Previste poi, in altri progetti, alcune misure “aggiuntive” (un periodo di tutoraggio nell’ambito del servizio da svolgere oppure, per i progetti che si realizzano in Italia, un periodo da uno a tre mesi da trascorrere in un altro Paese europeo). Per candidarsi ai posti riservati il candidato dovrà necessariamente possedere lo specifico requisito richiesto. Dopo aver selezionato il progetto d’interesse, gli aspiranti operatori volontari dovranno presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domande on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it.  Per accedere ai servizi di compilazione e presentazione domanda sulla piattaforma DOL occorre essere riconosciuto dal sistema e utilizzare lo Spid per i cittadini italiani, mentre i cittadini stranieri possono richiedere apposite credenziali al Dipartimento nazionale.